Il Trader intraday

Seguici su Facebook
From Traderencyclopedia
Jump to: navigation, search
"Memento mori."
"Ricordati che devi morire."


Questa frase latina dovrebbe essere ben impressa nella memoria del trader intraday, ricordati che devi morire. No, non si precipiti il lettore scaramantico a toccare ferro, memento mori è un monito che deve ricordare l’inevitabile “morte” di ogni operazione a fine giornata.

Non ci sono deroghe alla regola, il trader intraday puro muore a fine giornata e rinasce la mattina, in apertura. La sopravvivenza dei trade è effimera, dura lo spazio di una giornata.

La sopravvivenza finanziaria può essere messa a dura prova anche da qualche ora di contrattazioni avverse, pianificare la perdita è, anche nell’intraday, fondamentale.

Il Trader intraday combatte una battaglia che si conclude ogni giorno. E che, inevitabilmente, ricomincia il giorno successivo. Il principale nemico è invisibile, astuto, inafferrabile e subdolamente capace di irretire le decisioni operative. Un trader intraday non deve mai dimenticare che affronta il mercato non per aver ragione, ma per guadagnare del denaro. La ragione è sempre del mercato, anche quando la sua opinione coincide con quella del trader.

Il terreno operativo del trader intraday è la singola giornata, a chiusura dei mercati le posizioni sono azzerate e si ricomincia da capo il giorno dopo. Come chiuderà Wall Street è un problema che non lo riguarda assolutamente. Questo rappresenta senz'altro un punto di forza perchè ogni giorno si combatte una nuova battaglia, tuttavia il trader intraday ha il grosso limite di non beneficiare delle tendenze di fondo.

Utilizza il Book come lo scalper ma anche il grafico in real time, le sue azioni sono guidate dai dieci comandamenti del trader intraday.

Differenti approcci

Il trader intraday utilizza diverse “filosofie operative” che permettono di relazionarsi al mercato in modi molto diversi tra loro. In altre parole ad ogni trader il proprio protocollo operativo. In effetti, se ci soffermiamo a riflettere, le preferenze nello stile di Trading sono tra le più disparate e, solo a titolo di esempio, ne cito qualcuna:

• Seguire il Trend;
• Operare contro il trend;
• Comperare quando i prezzi scendono molto;
• Vendere quando i prezzi creano un rally;
• Mantenere a lungo le posizioni;
• Gestire il trade con un’ottica veloce;
• Tradare su pochi strumenti finanziari;
• Tradare su molti strumenti finanziari;
• Adottare sistemi discrezionali;
• Usare sistemi automatici.

La casistica è necessariamente ridotta, vi sono diversi stili di trading che prevedono l’incrocio tra diversi approcci. Altri trader, infine, non possiedono una propria filosofia operativa e navigano nelle agitate onde dei mercati senza alcuna mappa, in balia delle proprie percezioni, del proprio intuito.
Vanno quindi presentate le principali categorie nelle quali vengono usualmente classificati i diversi approcci al mercato, per ogni categoria va valutato il potenziale rischio e di rendimento che può assumere una strategia.

Metodologie di trading intraday

Le principali metodologie di trading intraday sono:

• Il trading discrezionale;
• Il Trend Following;
• L’approccio contrarian;
• I pattern dei prezzi;
• I trading system intraday.

I vari approcci presentano caratteristiche operative molto diverse tra loro, al punto da essere spesso in contrapposizione. Tuttavia, inaspettatamente, esistono anche importanti punti di incontro che vedono le diverse metodologie “fondersi” tra loro.

Vedi anche:

Personal tools
Variants
Actions




Navigation BETA
Main Categories BETA
Other Categories