Le monete

Seguici su Facebook
From Traderencyclopedia
Jump to navigation Jump to search

Le monete d’oro sono acquistate principalmente per il loro valore intrinseco, per la loro bellezza e la loro rarità. Le monete rappresentano un regalo interessante, di valore facile da trasportare conservare e permettono l’anonimato ed inoltre sono facilmente liquidabili in qualunque parte del mondo. La rivoluzione monetaria nacque circa nel 670 A.C. in Lydia (l’attuale Turchia) con l'emissione della prima moneta realizzata in una lega di oro ed argento chiamata "Electrum".

La moneta ha due facce su di un lato c’è un elemento figurativo (arpa) e sull’altro lato, ma non sempre, l’elemento epigrafico (leggenda). Tutto ciò che è impresso sulla moneta cioè il tipo e la leggenda si chiama impronta. Il diametro della moneta è il modulo. Titolo è il grado di purezza con cui il metallo viene impiegato per una determinata moneta.

La scala di conservazione e di valutazione ha la seguente suddivisione:

  • fior di conio (Fdc),
  • splendida (Spl),
  • bellissima (Bb),
  • molto bella (Mb),
  • bella (B) e
  • discreta (D).
  • con C si indicano le monete correnti e con K le monete comuni.

Le monete d’oro hanno corso legale nel paese di emissione, normalmente sono coniate in diverse dimensioni, il reale valore dipende dal contenuto di oro (che è sempre garantito) ed il loro prezzo è trattato e diffuso giornalmente. Lo spread tra prezzo di acquisto e vendita è limitato. Le monete d’oro sono antiche come la storia dell’uomo civilizzato e rappresentano l’ultima tappa degli scambi. Dal 1970 al 1990 le monete rappresentavano il 14% di tutto il nuovo oro estratto, con più di 60.000.000 di pezzi in circolazione. Le monete più trattate sono: il Krugerrand del Sudafrica, il 50 pesos del Messico, la Doppia Aquila degli Stati Uniti o 20 dollari, la Sterlina della Gran Bretagna, ed il Nugget australiano.

  • Il Krugerrand
    E’ una moneta 22 carati prodotta e distribuita dalla Rand Refinery Limited e coniata dal 1967 dalla Zecca del Sudafrica. Fu esportata per la prima volta nel 1970 ed ebbe molto un successo in Germania e Gran Bretagna perché là non era gravata da imposta. Successivamente furono introdotte tasse, le vendite crollarono e quando vennero rimosse nel 1992 in Germania ci fu un nuovo interesse.


Krugerrand sud africa.jpg


  • Bretannia
    Emessa nella prima volta nel 1917 con il nome di Sovrana (Sovereign), è rimasta sempre uguale, è cambiata solo l’effigie del sovrano regnante. Moneta in oro a 22 carati (916,75) emessa dalla Zecca reale in Inghilterra. La Bretannia è coniata in quattro misure, 1 oncia, 1/2 oncia, 1/4 di oncia e 1/10 di oncia.


Bretannia.jpg


  • Eagle americano
    A prima coniazione fu realizzata nel 1849, la prima emissione nel 1850; moneta a 22 carati con incisa una testa d’aquila emessa dalla Zecca dello Stato. Questi i formati, 1 oncia, 1/2 oncia, 1/4 di oncia, 1/10 di oncia con valore facciale di US$ 50,25,10 e 5, rispettivamente.
eagle_americano.jpg
  • Nugget Australiano
    moneta a 24 carati emessa dal Gold Corp di Australia nelle seguenti misure: 1 kilo, 10 once, 2 once, 1 oncia, 1/2 oncia, 1/4 di oncia ed 1/10 di oncia.


nugget_australiano.jpg


  • Maple leaf
    Moneta a 24 carati emessa dalla zecca reale canadese. Oltre alla moneta da un’oncia sono disponibili i formati da 1/2, 1/4, 1/10 di oncia.


maple_leaf.jpg


  • Philarmoniker
    E' prodotta in oro 24 carati dalla zecca austriaca ed ha corso legale. Le monete celebrano gli strumenti musicali della Orchestra Filarmonica Viennese, e da qui il nome.


philarmoniker.jpg

Vedi anche: